Il Sangha Ticino

Meditazione in Ticino dal 2006.
 

image Il Sangha* Ticino ha iniziato nel 2006 a offrire e a praticare in Ticino la meditazione buddhista e la presenza mentale secondo gli insegnamenti del maestro vietnamita Thich Nhat Hanh. Da allora organizziamo incontri settimanali di meditazione, giornate di consapevolezza mensili, seminari in scuole e aziende del Ticino e la partecipazione individuale o collettiva a ritiri di meditazione.
Con gli anni abbiamo aperto la nostra pratica meditativa includendo gli insegnamenti di Eckhart Tolle e Robert Betz (vedi sotto). La combinazione di questi tre approci ci dà un orientamento non esclusivamente legato ad una sola religione o tradizione - ma con le idee molto chiare e senza perderci tra le innumerevoli offerte del supermercato spirituale.
Gli incontri e le lezioni del Sangha Ticino sono coordinati da Volker Winkler che, dopo 15 anni di pratica meditativa quotidiana e 10 anni di insegnamento della meditazione, ha pubblicato nel 2014 in tedesco e nel 2015 in italiano il libro "Meditazione Camminata - Passo dopo Passo" (Edizioni Il Punto d'Incontro).
Dal 2015 organizziamo un corso d'introduzione alla meditazione che illustra in 8 incontri le tecniche e le conoscenze di base per far diventare la meditazione Zen/Vipassana parte essenziale di una vita piena di pace e felicità. Il corso inizia 3 volte all'anno nei mesi di settembre, novembre e febbraio/marzo.
Per la partecipazione a ritiri di meditazione ci basiamo su una pluralità di centri Zen e Vipassana in Svizzera, Italia e in altri paesi.
I nostri incontri e le nostre giornate di consapevolezza si basano da sempre sulle pratiche meditative delle tradizioni buddhiste Zen e Vipassana come per esempio:

 
  • la meditazione seduta
  • la meditazione camminata collettiva (Kinhin)
  • la meditazione camminata individuale
  • la parola amorevole e l'ascolto profondo
  • la meditazione del cibo
  • le meditazione del lavoro
  • la lettura di discorsi del Buddha e di testi di maestri risvegliati
  • la presenza mentale in tutte le attività quotidiane
  • la pratica della generosità
  • la pratica dell'agire etico (silas)
  • la pratica della dedizione
  • la pratica della pazienza
  • la pratica della saggezza
 
 

I tre Maestri del Sangha Ticino

imageTHICH NHAT HANH:
La pratica meditativa

Le pratiche meditative e della presenza mentale insegnate da Thich Nhat Hanh nel suo centro Plum Village in Francia e nei suoi libri e discorsi sono alla base dei nostri incontri di meditazione e della nostra pratica meditativa in genere.
Da "Thay" abbiamo imparato le pratiche della presenza mentale buddhista, il modo come praticare meditazione seduta e camminata e i nostri incontri e le giornate di consapevolezza sono in linea di massima strutturati come negli altri Sangha in molti paesi che seguono il suo insegnamento. I contenuti e la struttura dei nostri incontri sono quindi mai in questione.
Negli incontri del Gruppo Aperto leggiamo di solito brani dai libri di Thich Nhat Hanh che ci danno ulteriore ispirazione per la nostra pratica meditativa e per la pratica della presenza mentale nella vita quotidiana.


imageECKHART TOLLE:
L'atteggiamento mentale

Eckhart Tolle è uno dei grandi maestri spirituali del nostro tempo e uno splendido esempio di un essere umano illuminato e liberato dalla sofferenza. Nel suo libro "Il Potere di Adesso" ha analizzato e spiegato con estrema chiarezza la funzione del nostro "ego" e del "corpo di dolore" nonché la liberazione da entrambi attraverso una vita nel qui e ora.
Eckhart Tolle ha chiarito molto bene che l'osservatore in noi, quella parte della mente che riesce a osservare i propri pensieri e le emozioni, è già completamente illuminata e liberata e che quindi anche la nostra liberazione non è lontana.
Eckhart Tolle sconsiglia, come per esempio anche Krishnamurti, un'orientamento spirituale troppo basato su nuove o vecchie religioni o comunità spirituali in quanto comportano il rischio di diventare a loro volta "strutture basate sull'ego" con gerarchie, carriere e egoismi vari.


imageROBERT BETZ:
La terapia trasformativa

Robert Betz è ancora poco conosciuto nell'ambito culturale di lingua italiana. E' psicologo e terapeuta e negli ultimi anni è diventato uno dei coaches più seguiti in Germania, Austria e Svizzera tedesca. Ha sviluppato la sua "terapia trasformativa" basata su meditazioni e visualizzazioni, utlizzando il silenzio e e la visione profonda come strumenti per affrontare i grandi temi personali nostri derivanti spesso dall'infanzia o addirittura da precedenti incarnazioni.
Secondo Robert Betz i problemi principali di molti di noi sono riconducibili a emozioni bloccate durante l'infanzia e in seguito rimosse che oggi possono essere osservate con amore e pazienza durante le meditazioni e possono essere rivissute e sbloccate attraverso l'accettazione e l'amore. L'approcio di Robert Betz si è rivelato estremamente diretto e efficace e ha dato notevole aiuto a molte persone in relativamente poco tempo.
Normalmente le meditazioni tematiche di Robert Betz non fanno parte degli incontri del Gruppo Aperto o delle Giornate di Consapevolezza ma possono avere luogo, su richiesta dei partecipanti, in incontri del coaching individuale o del Gruppo Maitreya.

 

Quindi: la nostra pratica meditativa si basa maggiormente sugli insegnamenti del Buddha e dei grandi maestri buddhisti come Thich Nhat Hanh ma la nostra comprensione del mondo e del risveglio e la nostra pratica spirituale quotidiana non sono assolutamente limitati al Buddhismo.
La nostra pratica non è in primo luogo di tipo religioso ma ha un unico scopo: il risveglio e la liberazione dalla sofferenza. Ogni insegnamento che ci permette di raggiungere tale scopo è più che benvenuto.

Abbiamo oggi la fortuna di avere accesso all'insegnamento di molti maestri e maestre contemporanei di varie tradizioni anche non buddhiste che si sono risvegliati e liberati dalla sofferenza latente ("dukkha") e che ci danno preziosissime indicazioni per trovare anche noi la nostra strada verso il risveglio e verso la liberazione. Perciò anche gli insegnamenti di persone come per esempio Byron Katie, Jeff Foster, Bentinho Massaro, Isira, Mooji, Neal Donald Walsch o Ram Dass integrano quello che impariamo dal Buddha e dai suoi maestri successori.

* Sangha = Sanscrito per "comunità, gruppo"